mercoledì 19 settembre 2018

Recensione "Rhea - L'ultimo dei Krin" di Thomas Scotti

Buon pomeriggio ragazzi, 
settimana caotica per me ma in ogni caso le letture procedono comunque bene. In questo periodo mi è tornata la voglia di fantasy e così, tra la pila di libri che attende di esser letta, ho optato per un volume di un giovanissimo autore italiano. Si tratta di Thomas Scotti e il libro in questione è

Rhea - L'ultimo dei Krin


Trama:
La vita di Morgan, ragazzo timido e solitario, viene sconvolta dalla comparsa di una piccola creatura luminosa e da una misteriosa ragazza dai capelli rossi, Lea. Entrambi provengono dal mondo di Rhea, regno sconvolto da una guerra contro un potente signore del male, Aligos. Per sconfiggerlo Lea ha bisogno dell'aiuto del Krin, l'essere scintillante che ha stretto un legame particolare con Morgan. Quest'ultimo si ritroverà così coinvolto in un'avventura colma di intrighi, misteri e magia nel mondo di Rhea, dove metterà in gioco la sua vita e il suo coraggio per proteggere i suoi nuovi amici e la loro terra.


Recensione:
Intervallo periodi lunghissimi senza aver voglia di leggere storie fantasy a periodi in cui non ne farei a meno. È per questo che mi sono avventurata nella lettura del primo capitolo di una trilogia fantasy firmata da un giovanissimo autore italiano: Thomas Scotti.

martedì 11 settembre 2018

Recensione: "La radice quadrata di un'estate" di Harriet Reuter Hapgood

Buon pomeriggio ragazzi,
ho pochissimo tempo oggi ma voglio comunque parlarvi dell'ultimo libro terminato per non rischiare di arretrarmi. 
Si tratta di "La radice quadrata di un'estate" di Harriet Reuter Hapgood, lo conoscete?


ACQUISTALO QUI

Trama: 
Il cuore di Gottie si è spezzato tre volte, e sempre d’estate. La prima quando Thomas, il suo migliore amico, se n’è andato senza dirle addio, la seconda quando l’amato nonno è morto, e la terza quando ha creduto di aver trovato il grande amore della sua vita per poi scoprire che era così solo per lei. Gottie è diventata un’isola, da tutti circondata ma irraggiungibile, chiusa nel suo mondo di ricordi e di studi scientifici, per i quali ha un talento davvero fuori dal comune. Poi all’inizio di una nuova estate Thomas inaspettatamente ritorna e si trasferisce proprio nella stanza del nonno. La compresenza fisica di quei due cuori infranti incanta misteriosamente il mondo, e spalanca un tunnel temporale: Gottie inizia a oscillare fra le tre estati dei suoi cuori infranti, quella presente, quella appena passata, in cui è morto il nonno, e quella di tanti anni prima, in cui Thomas se n’è andato.


Recensione
Ci sono i libri con cui si entra in sintonia subito e poi ci sono quelli con cui la scintilla proprio fatica a scoccare. Purtroppo "La radice quadrata di un'estata" fa parte della seconda categoria.

Parto dal presupposto che ho scelto di avventurarmi in questa storia perché speravo di chiudere la stagione estiva con una lettura leggera e scorrevole ma purtroppo così non è stato. Nonostante la storia di Harriet Reuter Hapgood sia molto originale e ben lontana dai classici e noiosi young adult che sembrano ormai fatti in serie, ho faticato più del previsto a leggere la prima metà del libro.

sabato 8 settembre 2018

Recensione: "Il sole sorge anche d'inverno" di Manuela Bertuletti

Riesco finalmente a ritagliarmi un po' di tempo per scrivere. A fine giornata, quando ormai tutto quello che doveva succedere è accaduto, quando si può calare il sipario in attesa del nuovo giorno, ci si può finalmente fermare a riflettere. E forse non potevo scegliere orario migliore per parlarvi del libro che ho finito qualche giorno fa: 

"Il sole sorge anche d'inverno" di Manuela Bertuletti

ACQUISTALO QUI

Trama:

Cinque donne, salite sullo stesso vagone di una metropolitana, incrociano i loro sguardi. Le loro storie non si somigliano ma qualcosa le accomuna: un viaggio interiore e reale, attraverso il quale cercano di riafferrare la propria vita e di imparare a scorgere il sole anche d'inverno.



Recensione

Sulle note di World Gone Mad dei Bastille ripenso a questa breve, brevissima lettura. Infilato nelle ultime ore della mia maratona di lettura e scelto proprio perché, essendo ormai agli sgoccioli, non avrei potuto leggere più di un centinaio di pagine. 

Ho deciso così di addentrarmi nella storia nata dalla penna di Manuela Bertuletti: "Il sole sorge anche d'inverno".
Copertina dai colori caldi e coinvolgenti, un titolo che per come sono fatta io sento molto vicino sia per il messaggio letterale che metaforico. 

Non amo l'inverno, è una stagione in cui il mio cuore si riempie di malinconia; amo il fuoco del camino e le tisane calde ma non il grigio che impregna il cielo o il sole che scompare troppo presto. 

giovedì 6 settembre 2018

WRAP UP - Le mie letture di agosto 2018

Anche questo mese è giunto il momento di tirare le somme. Come sono andate le vostre letture? Avete letto abbastanza? Vi sono capitati per le mani libri emozionanti o delusioni? 
Il mio mese non è andato male ma nessun libro si è conquistato le 5 stelline. Vediamo insieme i titoli che mi hanno tenuto compagnia ad agosto!


Sei libri conclusi questo mese (anche se uno era veramente piccolino) quindi non mi lamento sulla quantità di tempo che sono riuscita a ritagliarmi per leggere. Poteva sicuramente andare meglio, mi ero illusa a luglio (mese in cui ho assegnato 5 stelline a ben due libri). Ma non mi lamento dai.

Ecco cosa ho letto:


La vita nonostante tutto - Tim Federle
Genere: Young adult (LGBT)
Editore: Il Castoro
Pagine: 275
Recensione: QUI
Link Amazon: QUI

Voto: ★★/5




Meglio sole che nuvole - Jane Alison
Genere: Narrativa contemporanea
Editore: NN Editore
Pagine: 268
Recensione: QUI
Link Amazon: QUI

Voto: ★★★★/5

lunedì 3 settembre 2018

Recensione: "L'orso" di Claire Cameron

Buon pomeriggio ragazzi,
mi ritaglio un po' di tempo oggi per parlarvi di una delle migliori letture del mese di agosto: "L'orso" di Claire Cameron. Un libro intenso e travolgente, da leggere tutto d'un fiato.


Trama:
Anna è una bambina di cinque anni. Con i genitori e il fratellino, Stick, di poco più piccolo, sta facendo una bella vacanza sull'isola di Bates, un paradiso naturale al centro del meraviglioso lago canadese di Opeongo. La radura dove si fermano per la notte è un incanto. Anna stringe a sé il suo pupazzo, dice buonanotte al papà e alla mamma, e si ritira con Stick nella tenda. La sera è tiepida, trasparente, e i suoni che provengono dal bosco accompagnano fin dentro i sogni più dolci. Ma nel cuore della notte la vita diventa un incubo. All'improvviso i due fratellini vengono svegliati dalle urla della mamma e del papà, dal trambusto assordante. Un grosso orso nero ha attaccato i genitori e si accanisce su di loro con la sua enorme forza, con la ferocia della bestia affamata. In un ultimo, disperato atto di coraggio il padre mette in salvo i piccoli, chiudendoli all'interno di un robusto contenitore per gli attrezzi e le provviste. Il mattino seguente, nella luce di una giornata di sole, i due bimbi escono dal nascondiglio che li ha protetti dalla bestia e si incamminano, insieme con il lettore di questo sorprendente, emozionante romanzo, nella loro nuova vita. Attorno, oltre i resti del passato e dell'amore, c'è la natura pericolosa, affamata, impenetrabile, ostile. E una fioca luce per guardare verso il futuro.


Recensione
Durante le mie ferie ho deciso di provare per la prima volta a far partire una maratona di lettura (24 ore per leggere più possibile). L'orso di Claire Cameron è uno dei titoli che ho deciso di leggere in quelle frenetiche ore. 
A lettura ultimata sono stata felicissima della mia scelta perché la storia che avevo tra le mani non poteva che esser letta così: tutta d'un fiato o meglio, con il fiato sospeso.

In questo libro di poco più di 200 pagine sono racchiuse tantissime emozioni.

A renderlo strano ed originale, la voce narrante ovvero la voce titubante della protagonista di soli 5 anni, Anna.
La piccola, in campeggio con mamma, papà e fratellino di appena tre anni, è spensierata ed incantata da quell'avventura all'aperto. Dormire in una tenda è elettrizzante ma lei è tranquilla perché ha il fratellino Stick con cui divertirsi, la sua bambola a tenerle compagnia quando deve dormire, ed ha la mamma e il papà lì fuori, vicino al fuoco che ridono felici. Cos'altro potrebbe desiderare una bambina di quell'età?

sabato 1 settembre 2018

Book Haul 8/2018: il mio bottino libroso di agosto

Buongiorno ragazzi,
come d'abitudine ci ritroviamo il primo del mese con l'appuntamento mensile per tirare le somme del mese appena trascorso e guardare insieme le nuove entrate nella mia/vostra libreria.
Voi cosa avete acquistato? Quali sono i vostri nuovi titoli?






LE MIE PROSSIME LETTURE





Gli animali di una fattoria, stanchi dei continui soprusi degli esseri umani, decidono di ribellarsi e, dopo avere cacciato il proprietario, tentano di creare un nuovo ordine fondato su un concetto utopistico di uguaglianza. Ben presto, tuttavia, emerge tra loro una nuova classe di burocrati, i maiali, che con l'astuzia, la cupidigia e l'egoismo che li contraddistinguono si impongono in modo prepotente e tirannico sugli altri animali più docili e semplici d'animo. L'acuta satira orwelliana verso il totalitarismo è unita in questo apologo a una felicità inventiva e a un'energia stilistica che pongono "La fattoria degli animali" tra le opere più celebri della narrativa del Novecento.