lunedì 21 maggio 2018

Recensione "Il posto delle margherite" di Monika Peetz

Ogni tanto c'è proprio bisogno di un libro che profuma di primavera e dalla copertina allo stile, dalla trama alle protagoniste, tutto in "Il posto delle margherite" di Monika Peetz ha i colori e le sfumature della primavera.

Il posto delle margherite


Trama:

Kiki ne ha abbastanza della vita di città: ore e ore a girare inutilmente prima di trovare parcheggio, tormentata dal rumore incessante di lavori in corso che sembrano non finire mai. Per lei è arrivato il momento di cambiare aria e acquistare quel vecchio casolare in campagna di cui è innamorata per farne un bed and breakfast. È da qui, da questo luogo circondato da sconfinate distese di margherite e immerso nella calma dei laghi, che ha intenzione di ricominciare da capo. Ma a poche settimane dall’inaugurazione dell’albergo, si rende conto che c’è ancora tanto, troppo da fare: non riuscirà mai ad aprire in tempo. Per fortuna, arrivano a darle man forte le sue amiche di sempre, che hanno deciso di anticipare la loro gita annuale e di raggiungere Kiki nel suo paradiso in mezzo al verde. Forse può essere l’occasione giusta per passare del tempo insieme. Del resto, è stato per tutte un anno complicato: Caroline, avvocato, è tuttora alle prese con un caso difficile; la timida Judith è sempre alla ricerca di un suo equilibrio; Estelle non sopporta più l’invadenza del figlioccio e della sua consorte. E poi c’è Eva, l’intrepida mamma single che fatica a tenere a freno l’esuberanza del figlio. Tra confidenze, litigi, consigli e qualche bugia a fin di bene, le «amiche del martedì» si rimboccano le maniche e insieme realizzano il sogno di Kiki, riscoprendosi più unite di prima. Sono sicure che ormai niente potrà dividerle. A meno che al bed and breakfast non si presenti un uomo misterioso intenzionato a conquistarsi la simpatia di ognuna di loro... Senza eccezione


Recensione
Fresco, leggero, scorrevole. "Il posto delle margherite" è una delle letture perfette per questo periodo dell'anno. Senza troppe pretese e in modo del tutto naturale, l'autrice Monika Peetz catapulta i lettori nelle vite di cinque donne: le amiche del martedì.

Kiki, Caroline, Estelle, Judith ed Eva. Cinque donne completamente diverse tra loro ma unite da un legame di amicizia e fiducia che dura da tantissimi anni. 
Ognuna di loro ha la sua vita, i suoi problemi, i suoi sogni. C'è Eva, medico, mamma e moglie a tempo pieno che ha bisogno di una boccata d'aria fresca per non perdersi tra le mille faccende da sbrigare; l'avvocato Caroline sempre tesa come una corda di violino per via delle minacce che quotidianamente riceve ed ignora (essere un bravo avvocato ha i suoi pro e i suoi contro); la timida e riservata Judith che ha ancora bisogno di capire quale sia il suo posto nel mondo; Estelle, per le amiche grande dame, che ha un'ottima stabilità economica ma che ha qualche piccolo problema con il figlioccio e la sua compagna. Ed infine c'è Kiki, protagonista indiscussa di questo romanzo e anche ruota motrice dell'avventura del gruppo di amiche. 

Kiki ha infatti deciso di dare una brusca svolta alla sua vita: ha deciso di mollare la sua ordinaria vita, acquistare un vecchio casolare insieme al suo compagno e ristrutturarlo per farlo diventare un bellissimo bed and breakfast. Per quanto difficile sia l'impresa, l'entusiasmo di Kiki sembra esser travolgente tanto da convincere anche Estelle ad investire finanziariamente nel progetto.
Il problema è che del bed and breakfast di Kiki non c'è nemmeno l'ombra quando le amiche decidono di raggiungerla. Il bed and breakfast altro non è che un rudere: soffitti pieni di muffa, infissi mancanti, pavimenti rovinati... ci piove addirittura dentro. Ma, per quanto sembri una frase di circostanza ormai, non bisogna mai smettere di credere nei propri sogni.

Le cinque amiche, rimboccate le maniche e messo da parte tutti i problemi che affollano le loro vite e i loro pensieri, unite da un legame unico, insieme possono farcela. 
Hanno affrontato insieme tantissime cose nel corso della loro amicizia: piccoli litigi, problemi coniugali, serate divertenti, confidenze, risate... non sarà di certo un vecchio casolare a fermarle.

L'armonia tra le cinque donne è coinvolgente e pagina dopo pagina ti sembra quasi di far parte di quel piccolo club di sole donne, le amiche del martedì. 
"Il posto delle margherite" è questo in realtà, un libro che parla di amicizia ma soprattutto un libro che punta i riflettori sul coraggio di donne ordinarie. Donne la cui vita, da un primo sguardo, potrebbe sembrare banale e noiosa, ma che come tutte le donne hanno dentro una moltitudine di forza, determinazione e coraggio che nessuno può immaginare.

Consiglio questa lettura in particolare alle lettrici ma anche a chiunque abbia voglia di una storia leggera e rilassante. Sarebbe ideale ad esempio per chi non legge da tanto tempo preso dagli impegni della vita, o a chi sta attraversando il fatidico periodo del "blocco del lettore". 



4 commenti:

  1. Sembra bellissimo soprattutto perchè ricorda quello che un po' vorrei fare io! lo cercherò:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È una lettura molto positiva, te lo consiglio davvero ;)

      Elimina
  2. Non penso faccia per me, anche se la tua foto è troppo bella! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è uno scatto vero e proprio... ho giocato un pò con photoshop :P

      Elimina