martedì 24 aprile 2018

Cosa vorrei leggere tra i libri in uscita a maggio 2018



Buon pomeriggio ragazzi,
ho terminato da poco uno degli ultimi thriller di casa Sperling & Kupfer "La casa del padre"
Come sempre, durante il periodo di indecisione su quale nuovo titolo iniziare, mi viene anche un'irrefrenabile voglia di sbirciare le prossime uscite.

Ecco cos'ho scovato oggi! Ditemi se vi incuriosiscono!



Dal 3 maggio in libreria
In una cittadina di provincia dove tutti si conoscono, Emma O’Donovan è diversa. Lei è speciale: diciotto anni, bellissima, popolare, potente. È sempre perfetta e ama essere desiderata. Tutte le ragazze vorrebbero essere sue amiche, e tutti i ragazzi vorrebbero uscire con lei. Fino a quella notte. A quella festa d’estate, Emma era troppo ubriaca per rendersi conto di cosa stava accadendo, troppo ubriaca per dire basta, troppo ubriaca
per ricordare.
Ma quelle immagini, quelle fotografie che tutti hanno visto online, significano che non potrà mai dimenticare. E dopo la violenza comincia un nuovo incubo: Emma era speciale, ma ora è solo una fonte di imbarazzo. È sulla bocca di tutti, assurdamente additata e accusata.
Davvero se l’è cercata? Davvero è sua la colpa? Senza punti di riferimento, Emma comincia a dubitare persino di se stessa.


Dal 8 maggio in libreria

Il suo compito è individuare le spie presenti sul territorio degli Stati Uniti; cellule “dormienti” in contatto costante con il Cremlino, pronte ad entrare in azione in qualsiasi momento. Vivian, però, è anche moglie e madre di quattro figli, uno dei quali affetto da seri problemi di salute. Per lei, ogni giorno è una sfida, una lotta allegra e implacabile per tenere insieme i tasselli di una vita appagante e complicata. Un pomeriggio come tanti, senza alcun preavviso, si imbatte nella scoperta destinata a polverizzare il suo mondo: la foto di Matt – marito devoto e padre insuperabile - nell’ultimo luogo in cui avrebbe immaginato di poterla trovare, il file criptato di uno spymaster incaricato di coordinare le azioni di una micro-cellula spionistica. Certa che debba trattarsi di un terribile errore, Vivian è presto costretta a ricredersi: Matt è a tutti gli effetti una spia, allevato, addestrato e pilotato dai Russi fin dall’infanzia per raccogliere e trasmettere informazioni sensibili. Ma c’è di peggio. Perché nulla nella storia di Vivian e della sua famiglia è come lei ha sempre creduto, a partire dal quel primo incontro tra lei e il suo amore, all’apparenza così romanticamente casuale e nei fatti architettato dal nemico fin nei più piccoli dettagli…Col cuore a pezzi e la mente in subbuglio, Vivian si ritrova a combattere per tutto ciò che ha di più caro, contro tutti e contro tutto – inclusa la propria coscienza..

martedì 17 aprile 2018

Telefilm Mania: Dark | The Handmaid's Tale 1 | Modern Family 1 -2

Questa sera si parla di serie tv! Un mondo che mi appartiene, passerei intere giornate/serate sul divano a perdermi in un'infinita serie di puntate. Negli ultimi mesi, da quando vivo con mio marito, sto anche riuscendo a recuperare tutto ciò che negli anni mi sono persa.
Fortunatamente (sfortunatamente) in questo periodo non ho Netflix, altrimenti la mia vita sociale si ridurrebbe radicalmente!  

Ora veniamo a noi, ecco le serie che ho guardato nell'ultimo periodo

Dark - Stagione 1 
Questa è una serie che ho scoperto quasi per caso ma il trailer mi ha conquistata subito. È stato un vero e proprio colpo di fulmine.
La storia parte in un modo molto banale ovvero con la sparizione di un bambino, ma di banale non c'è proprio nulla in questa serie. L'inizio di un'indagine che per trovare una soluzione dovrà scavare molto a fondo negli strani indizi e negli strani fenomeni che accadono nella cittadina. Morti improvvise di interi stormi di uccelli, le luci dell'intera città che vacillano, il ritrovamento del corpo di due bambini la cui identità rimane un mistero, strani oggetti antichi in punti improbabili...
C'è tanta carne al fuoco insomma e il ritmo, cupo e intenso, tiene con il fiato sospeso ad ogni puntata.
Dieci episodi in tutto per la prima e unica stagione ancora trasmessa, ma già tante rivelazioni che lasciano di stucco. Nessuna data certa prevista per la prossima stagione ma Netflix ne ha confermato il rinnovo. Personalmente non vedo l'ora di andare avanti, di scoprire fin dove si spingeranno!
Voto: ★/5 - Genere: Fantascienza/Thriller



 The Handmaid's tale - Stagione 1
Uno scenario distopico ci travolge con la serie tratta dall'omonimo libro "The Handmaid's Tale". Un mondo in cui la fertilità sembra esser diventata rarissima, le nascite pressoché nulle. I pochi bambini che riescono a vedere la luce, muoiono dopo pochissimi giorni a causa della salute cagionevole, dell'inquinamento e delle malattie sempre più diffuse.

lunedì 16 aprile 2018

Recensione "Q502. 300 anni dopo il grande Esodo" di Sylvie Freddi

Orario insolito per me, ma ho voglia di dedicarmi un pò al blog perché di giorno il tempo per farlo è sempre troppo poco. 
Oggi voglio parlarvi di una delle mie ultimissime letture, un libro fuori dagli stili che leggo solitamente ma che ho scelto di leggere per sperimentare qualcosa di nuovo. Il libro in questione è "Q502. 300 anni dopo il grande Esodo" dell'autrice romana Sylvie Freddi.

SCHEDA TECNICA QUI

Trama:

Nella città di Agra, su Marte, il detective Dylan viene incaricato da una donna Qinab, appartenente a una potente casta di mutanti scienziate, di ritrovare Q502, una ragazza scomparsa neonata venticinque anni prima. Per cercare di avere informazioni, Dylan, aiutato dal suo tutore Kofta, cultore della memoria e del passato, compra l’identità di un tecnico e va a lavorare su una raccoglitrice di meteoridi su Phobos (una delle lune di Marte) di proprietà dell’avido Consigliere Darkon, che probabilmente ha rapito Q502. Dopo un’estenuante corsa nel deserto, inseguito dai Regolatori, e dopo essere stato salvato da due mutanti, Dylan giunge a Dharavi la città/discarica. Qui trova Hana, la ragazza Q502, impazzita per le torture subite durante la sua prigionia a Phobos. È solo l’inizio dell’avventura dei due ragazzi, uniti da un segreto e da un tatuaggio di una luna rivolta a oriente con tre puntini, che potrebbero cambiare per sempre le sorti del mondo a cui appartengono.


Recensione

Q502. 300 anni dopo il grande esodo è un libro fantascientifico, genere che apprezzo moltissimo sul grande schermo ma che ad essere onesta ho sempre un pò snobbato su carta. Ho accettato di leggere questo volume un pò per mettermi in gioco, per uscire dagli schemi e scoprire se può fare al caso mio oppure no.

venerdì 13 aprile 2018

Aprile in libreria (2° parte) - I libri che vorrei

Ed eccomi come promesso con la seconda puntata dell'appuntamento "Libri che vorrei". Aprile sembra essere davvero un mese ricco di storie interessanti.
Vediamo un pò se riesco a far allungare anche le vostre liste dei desideri insieme alla mia.

Ecco la seconda carrellata di aprile dei libri appena usciti o di prossima pubblicazione



Cornovaglia, 1859. Merrick Tremayne, trent'anni, menomato da un incidente capitatogli durante uno dei suoi viaggi da contrabbandiere di oppio per la Compagnia delle Indie Orientali, sta per abbandonare la decrepita dimora di famiglia. L'amico Sir Clements Markham, gioviale esploratore e geografo (veramente esistito, responsabile della spedizione di Scott al Polo Sud), lo incoraggia a intraprendere una nuova missione in Perù, per trafugare fino in Inghilterra i preziosissimi germogli di cinchona, dalla corteccia ricca di chinino, ricercatissimo come antimalarico. Merrick, sfidando il dolore e la fatica, attraversa l'oceano e si arrampica sugli altopiani peruviani scegliendo come guida Raphael, un uomo equivoco e affascinante che si è appena risvegliato da decenni di sonno; insieme partono alla volta di New Bethlehem, il villaggio dove ancora esistono tracce del passaggio di suo padre e di suo nonno. Tra foreste impenetrabili e lande desolate, anatre che esplodono in volo, tempeste di neve, sabbie mobili, lampade alimentate da polline luminescente, Merrick si ritrova infine tra le torri di ossidiana del villaggio. Una riga di sale tracciata per terra separa il luogo dalla foresta: chi la varca finisce ucciso da un'entità misteriosa...


Inverno, campagna inglese. Rebecca Shaw ha tredici anni ed è in vacanza, quando scompare misteriosamente. I volontari del paese cominciano le ricerche, la polizia indaga e i giornalisti accorrono, stravolgendo la calma e il silenzio abituali. Eppure la vita lentamente riprende, assorbendo il dramma nel falso movimento delle stagioni che si succedono, nel periodico allungarsi e accorciarsi dei giorni e delle notti, nel ritmico mormorio della natura vegetale e animale che fa il suo corso. Nei tredici anni che seguono il vuoto lasciato da Rebecca, anche gli altri accadimenti umani che hanno luogo nel paesino – il lavoro nella campagna, le dinamiche famigliari, l’amicizia fra adolescenti, gli amori e i disamori, la malattia, la morte – appaiono come piccole accelerazioni all’interno di un ciclo che inesorabilmente perdura. E il vuoto piano piano si riempie, quasi, si direbbe, per il solo effetto del tempo, grande protagonista di questo romanzo.

giovedì 12 aprile 2018

Aprile in libreria: 6 libri che vorrei

Buongiorno ragazzi,
oggi ho avuto un pò di tempo per spulciare le nuove storie già disponibili in libreria questo mese e quelle che arriveranno tra pochi giorni. Inevitabilmente, ogni volta che mi dedico a questa attività, la mia lista di desideri si allunga a dismisura.

Tra le nuove uscite di aprile, ho selezionato solo 6 libri (per oggi) che mi piacerebbe davvero leggere. Nei prossimi giorni vi segnalerò il resto.

Kiki ne ha abbastanza della vita di città: ore e ore a girare inutilmente prima di trovare parcheggio, tormentata dal rumore incessante di lavori in corso che sembrano non finire mai. Per lei è arrivato il momento di cambiare aria e acquistare quel vecchio casolare in campagna di cui è innamorata per farne un bed and breakfast. È da qui, da questo luogo circondato da sconfinate distese di margherite e immerso nella calma dei laghi, che ha intenzione di ricominciare da capo. Ma a poche settimane dall’inaugurazione dell’albergo, si rende conto che c’è ancora tanto, troppo da fare: non riuscirà mai ad aprire in tempo. Per fortuna, arrivano a darle man forte le sue amiche di sempre, che hanno deciso di anticipare la loro gita annuale e di raggiungere Kiki nel suo paradiso in mezzo al verde. Forse può essere l’occasione giusta per passare del tempo insieme. Del resto, è stato per tutte un anno complicato: Caroline, avvocato, è tuttora alle prese con un caso difficile; la timida Judith è sempre alla ricerca di un suo equilibrio; Estelle non sopporta più l’invadenza del figlioccio e della sua consorte. E poi c’è Eva, l’intrepida mamma single che fatica a tenere a freno l’esuberanza del figlio. Tra confidenze, litigi, consigli e qualche bugia a fin di bene, le «amiche del martedì» si rimboccano le maniche e insieme realizzano il sogno di Kiki, riscoprendosi più unite di prima. Sono sicure che ormai niente potrà dividerle. A meno che al bed and breakfast non si presenti un uomo misterioso intenzionato a conquistarsi la simpatia di ognuna di loro... Senza eccezione.

Martha è per tutti «la bambina della valigia». Da Parigi, è arrivata a Liverpool tutta sola, senza una madre e un padre a tenerla per mano e in una culla un po’ speciale: una calda e morbida valigia. Da allora, non ha più lasciato l’affollata stazione e ne ha fatto il suo regno personale. Qui raccoglie tutti i libri che i viaggiatori distratti si dimenticano o abbandonano di proposito. Sono libri che le somigliano molto. Anche loro, proprio come lei, cercano una casa e qualcuno che se ne prenda cura con amore. Così, Martha li custodisce gelosamente in una biblioteca fornitissima, a cui solo lei ha accesso, e con loro stabilisce un dialogo silenzioso nella speranza di scoprire qualcosa di più sui legittimi proprietari. Nella speranza di trovare tra quelle pagine piccole tracce che la conducano ai suoi genitori. È convinta che prima o poi riuscirà a riabbracciarli. Deve solo avere fiducia e continuare a cercare. Fino a quando, all’improvviso, la sua ostinazione comincia a portarla sulla strada giusta. Giorno dopo giorno, inizia a ricevere strane lettere senza mittente e brevi messaggi scarabocchiati su fogli di fortuna: tanti piccoli indizi che le parlano di un passato a lei sconosciuto. Un passato in cui c’è una persona che sembra volerle molto bene e conoscere cose di lei che nessun altro potrebbe sapere. Per la prima volta Martha sente di essere a un passo dal realizzare il suo sogno e questa volta non ha intenzione di lasciarselo sfuggire. Perché è pronta a tutto pur di scoprire il suo posto nel mondo. Anche a risolvere un mistero su alcuni oggetti appartenuti ai leggendari Beatles, che potrebbero finalmente aiutarla a tornare a casa.

lunedì 9 aprile 2018

Recensione "Delirium. La trilogia" di Lauren Oliver

Buon pomeriggio ragazzi,
approfitto di qualche ora libera per parlarvi di una delle mie ultime letture: Delirium. La trilogia di Lauren Oliver. Un distopico, genere che insieme ai thriller, mi appartiene e che quindi ho iniziato con molto entusiasmo e tante aspettative.
Avere la possibilità di avere l'intera trilogia in un unico volume è stata per me una gioia immensa perché ho sempre la paura di innamorarmi di una storia e poi scoprire che ne è stato annullata la pubblicazione del seguito.

L'idea di Piemme di racchiudere i tre libri in un unico volume per me è stata una manna dal cielo.


Trama:

In un unico volume la trilogia completa che contiene i titoli Delirium, Chaos e Requiem che hanno appassionato milioni di lettrici in tutto il mondo.

Nel futuro in cui vive Lena, l'amore è una malattia, causa presunta di guerre, follia e ribellione.
È per questo che gli scienziati sottopongono tutti coloro che compiono diciotto anni a un'operazione
che li priva della possibilità di innamorarsi. Lena non vede l'ora di essere "curata", smettendo così di temere di ammalarsi e cominciare la vita serena che è stata decisa per lei. Ma mancano novantacinque giorni all'operazione e, mentre viene sottoposta a tutti gli esami necessari, a Lena capita l'impensabile. Si infetta: si innamora di Alex. E questo sentimento è come ritornare a vivere. In una società di automi che non conosce passione, ma nemmeno affetto e comprensione, Lena sta per scoprire l'importanza di scegliere chi si vuole diventare e cosa si vuole fare della propria vita.


Recensione
Come mi succede spesso, mi sono presa qualche giorno per assorbire e riflettere sulla lettura ultimata prima di procedere con la recensione.
Questo volume mi ha portato via un bel pò di tempo perché in realtà si tratta di tre libri: Delirium, Chaos e Requiem. Sono a tutti gli effetti tre libri differenti anche se si ha in mano un unico libro, e lo si nota anche nello stile narrativo. La lettura è molto scorrevole ma io ho avuto un bel rallentamento nella lettura del secondo libro della serie.
Recensire un'intera trilogia non è una cosa molto semplice perché non vorrei assolutamente spoilerare parti della storia e rovinare il gusto al lettore di viversi ogni colpo di scena e ogni emozione sulla propria pelle. Emozioni che invece i protagonisti di questa storia non possono vivere. 

mercoledì 4 aprile 2018

Book Haul 3/2018: i miei nuovi libri di marzo



Buon pomeriggio ragazzi,
torno da un pranzo in riva al mare e come ogni volta che riesco a godermi un pò di sole e dei miei amati paesaggi, ho voglia di scrivere.
Ne approfitto per parlarvi degli ultimi libri che si sono messi comodi nella mia libreria nell'ultimo mese (più che in libreria sono in giro per la casa visto che una vera e propria libreria non ce l'ho ancora nella mia nuova casa).
Sei nuovi titoli per questo Book Haul, la metà cartacei e l'altra metà in digitale.




LIBRI CARTACEI DI MARZO

Se vi dicessi il nome di mia madre, lo riconoscereste al volo. Era famosa, anche se non avrebbe voluto. Se vi facessi il suo nome lo riconoscereste, e poi vi chiedereste che fine ha fatto… Nonostante tutto, Helena Pelletier è riuscita ad avere la vita che voleva: un marito che ama, due figlie bellissime, un lavoro che le riempie le giornate. Finché, un giorno, un brutto giorno, sente un annuncio alla radio, e capisce di essere stata un'ingenua a credere di poter dimenticare il passato. Perché lei ha un segreto. Qualcosa che non ha rivelato neanche al marito, qualcosa che ha a che fare con la sua infanzia, con quella madre famosa suo malgrado, e con il padre la cui casa non era altro che una capanna nei boschi del Michigan. È lì che Helena ha vissuto i suoi primi dodici anni, nella foresta, senza luce né acqua corrente, senza un'anima a parte loro tre. E ha amato quella vita selvaggia, il fiume, la caccia, ha amato suo padre, quel padre brutale e amorevole a un tempo che le ha insegnato tutto quello che sa. Quel padre dal quale è dovuta scappare e che è finito in prigione. Sono passati quindici anni quando Helena sente alla radio che lui è evaso, e sa di essere in pericolo, proprio come tanti anni fa. Soprattutto sa di essere l'unica al mondo a poterlo catturare di nuovo. 

venerdì 23 marzo 2018

Libro in uscita il 3 aprile 2018: "Warcross" di Marie Lu

Ragazzi questo volume non poteva sfuggirmi! Da nerd convinta quale sono non posso assolutamente farmi sfuggire questo libro in uscita per Piemme: Warcross, primo volume di una serie che promette davvero bene.

Copertina sfavillante e trama che lascia davvero ben sperare, questo romanzo Sci-Fi sarà disponibile in tutte le librerie dal 3 aprile 2018.
Non ho letto ancora nulla dell'autrice ma questo libro mi ha catturata all'istante.

Titolo: Warcross
Autore: Marie Lu
Editore: Piemme
Pagine: 368
Prezzo copertina: € 18.00
Data pubblicazione: 3 aprile 2018
Già disponibile su Amazon a € 15,30 QUI

Recensione "Certi segreti" di Kim Van Kooten

Buongiorno ragazzi,
approfitto della pausa pranzo per parlarvi di un libro acclamato in tutto il mondo come il debutto più audace e convincente dell'ultimo periodo. Il libro in questione mi aveva incuriosita per la copertina, inquietante e angosciante nella sua vivacità, e per quanto titubante alla fine ho deciso di leggerlo.

Certi segreti di Kim Van Kooten

SCHEDA TECNICA QUI

Trama: 
Certi segreti sono troppo grandi per restare nascosti per sempre. Certi segreti chiedono solo di venire alla luce. È il giorno del quinto compleanno di Puck quando una berlina nera passa a raccogliere lei e la mamma dal marciapiede di un degradato quartiere di Rotterdam.
Pochi chilometri, e la sua vita di bambina senza un padre, senza bici e senza un soldo cambia per sempre. Nella imponente villa di Zwijndrecht, con le governanti, il giardino e gli enormi vasi cinesi, la vita scorre opulenta e quasi normale. Se non fosse per l’ostinazione con cui il proprietario, il ricco e impegnatissimo Signor Zio, insiste per lavare personalmente i capelli di Puck tre volte alla settimana. Comincia così, come un disegno infantile un po’ sghembo, pieno di ingenuità e di colori strani, il racconto della piccola Puck. Per assumere, un po’ alla volta, le sfumature sempre più fosche e inquietanti della violenza e dell’innocenza tradita. Kim Van Kooten prende una storia vera e drammatica – quella dell’amica Pauline Barendregt e del suo “aspirante papà” – e la trasforma in un inno alla vita.

lunedì 12 marzo 2018

Recensione "Se ti accorgessi di me" di Sharon Huss Roat

Ciao ragazzi,
oggi sono alle prese con una recensione difficile. Ho finito già da qualche giorno "Se ti accorgessi di me" di Sharon Huss Roat, un libro yang adult che a tratti convince, a tratti emoziona ma in altri punti provoca l'esatto contrario. 
Mentre la trilogia Delirium porta via tutto il mio tempo libero, ho lasciato che passasse qualche giorno per trovare le parole giuste per recensire  "Se ti accorgessi di me" perché credo che sia un libro da trattare con cura, soprattutto in questo periodo.

SCHEDA TECNICA QUI


La storia di Sharon Huss Roat è una storia semplice, lineare e molto molto scorrevole. Elementi e personaggi molto elementari: un'adolescente timidissima, una scuola piena di ragazzi più o meno popolari, i social network. Tre elementi a dar vita ad una storia che va ben oltre i classici romanzi young adult basati semplicemente sulla prima cotta e i primi problemi di cuore adolescenziali. Badate bene, con ciò non voglio dire che non ci sia una storia d'amore e tutti i romanticismi che lascia immaginare la copertina, ma l'autrice non si ferma solo a quello.
Vicky, la diciassettenne protagonista di "Se ti accorgessi di me", è una ragazza come ce ne sono tantissime oggi in giro per il mondo. Timida oltre ogni immaginazione che, pur avendo un animo pieno di luce e colori, sceglie di tenerlo perennemente nascosto dietro ad una grigia maschera pur di non osare, pur di non diventare troppo rossa, pur di non attirare l'attenzione.

Lei, come tantissimi altri ragazzi della sua età, sono gli #invisibili

martedì 6 marzo 2018

5 libri in uscita a marzo che vorrei leggere

Ciao ragazzi,
la lettura crea dipendenza, si sa. E io ne sono completamente vittima! Più leggo e più libri ho voglia di scoprire. Inevitabile quindi sguazzare nelle prossime uscite.
Oggi mi sono limitata a selezionare solo 5 libri in uscita a marzo che vorrei leggere.
Ditemi cosa ne pensate!


In uscita il 22 marzo


Tecnologia e natura possono andare d’accordo?
Una macchina programmata dall’uomo può imparare a provare dei sentimenti, e persino ad amare?
Quando Roz apre gli occhi per la prima volta, scopre che è sola su un'isola remota e selvaggia. Perché è lì? Da dove è venuta? E, cosa più importante, come sopravvivrà in quell’ambiente difficile?
Rozzum unità 7134 è un robot femmina programmata per sopravvivere in qualsiasi condizione. Un giorno si sveglia su un’isola dopo il naufragio della nave su cui viaggiava. Con estrema fatica e determinazione, Roz impara il linguaggio degli animali, si costruisce una casa e adotta un’ochetta rimasta orfana con cui instaurerà un profondissimo legame. Ma, in un mondo lontano governato dalla tecnologia qualcuno la sta cercando, e non è disposto ad arrendersi senza combattere…
Un libro splendidamente illustrato, una storia profonda, tenera e travolgente sull’accettazione del diverso che dimostra come, ove esista rispetto e amore, sia possibile coesistere in armonia quando le differenze si trasformano in nuove possibilità.


In uscita il 29 marzo

Una sera d’inverno, una vecchia mendicante gira per le strade di New York in cerca di un riparo, quando una donna apre la porta della sua pasticceria e la invita a passare lì la notte. La mattina dopo, la mendicante è scomparsa, lasciando in dono un libro illustrato. In breve tempo, la pasticceria diventa la più frequentata della città, perché da quel giorno i dolci non sono solo deliziosi: i biscotti curano i reumatismi, le gallette migliorano l’umore e la torta paradiso fa dimagrire… finché, un giorno, il libro sparisce.
Walter odia le parole. Soffre di un disturbo che gli impedisce di articolare bene i suoni e, un giorno, stanco delle prese in giro dei coetanei, ha smesso di provarci. Ha deciso di chiudere la bocca e aprire gli occhi. Adesso, a dodici anni, Walter osserva e nota cose che sfuggono alla maggior parte delle persone, distratte da chiacchiere inutili. Ed è diventato bravissimo a ritrovare le cose perdute. Ecco perché, quando il libro della madre scompare, lui si lancia nella ricerca con l’aiuto del suo unico amico, Milton, un Labrador grassoccio e intraprendente. Insieme, Walter e Milton si avventurano negli angoli dimenticati di New York, incontrando persone che per gli altri sono invisibili: dalla donna che tutte le mattine raccoglie le lattine per strada a una coppia delusa dal mondo, che si è ritirata in un stazione abbandonata della metropolitana. Grazie alle loro storie, Walter scoprirà generosità e speranza, solitudine e rimpianti, ma soprattutto capirà che la vita è un dono troppo prezioso per guardarla scorrere. E così riuscirà non solo a trovare le magiche pagine del libro perduto, ma pure la forza di aprirsi agli altri e di dare voce ai suoi sogni.

sabato 3 marzo 2018

Book Haul 2/2018: i miei nuovi libri di febbraio


Ciao ragazzi!
Ho visto le vostre fantastiche foto nella neve in questi giorni e vi ho invidiati un pò perché da noi, nel Salento, neanche un fiocco. Mi sono consolata con qualche timido raggio di sole, tra una giornata di pioggia e l'altra, che mi ha concesso di divertirmi un pò con gli scatti per questo Book Haul.
I miei nuovi libri di febbraio purtroppo sono quasi tutti ebook, un solo cartaceo questo mese, la foto è solo un dettaglio di libri vecchi (ho scoperto che adoro fotografare i libri). 



EBOOK DI FEBBRAIO

Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Sua madre dice che le cose succedono per una ragione. Ma Natasha è diversa. Crede piuttosto nella scienza e nella relazione causa-effetto. Ogni azione conduce necessariamente a un'altra e così via. Sono le azioni di ognuno a determinare il destino. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e s'innamora di lui. Eppure è quel che accade, proprio a dodici ore dall'essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia.
Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all'altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale - per entrambi. Ed è come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.

giovedì 1 marzo 2018

Libro in uscita: "Certi segreti" di Kim Van Kooten, un debutto tra i più audaci e convincenti

Certi segreti è insieme delizioso e intollerabile, terrificante e pieno di vita. Un debutto tra i più audaci e convincenti che abbia mai letto”. - Michel Faber autore di Il petalo cremisi e il bianco.

Non so cosa in questo libro in uscita mi abbia colpita così tanto. A prima vista sicuramente sono rimasta a fissare la copertina: colori vivaci fanno pensare ad una storia allegra, un peluche a forma di coniglietto fà capire che di mezzo ci sono dei bambini. Il problema è che del peluche c'è solo la testa, strappata via dal resto del corpo così come si deduce dalla trama, sia stata strappata anche la serenità di una bambina di soli cinque anni.

Acclamato dal mondo come uno dei libri più duri ma delicati e commoventi al tempo stesso, "Certi segreti" è una storia che punta dritta al cuore. 

Kim Van Kooten prende una storia vera e drammatica – quella dell’amica Pauline Barendregt e del suo “aspirante papà” – e la trasforma in un inno alla vita. Capace di dare voce a chi non ne ha e di dare forma a ciò che mai vorremmo vedere.


Titolo: Certi segreti
Autore: Kim Van Kooten
Editore: DeA Planeta
Pagine: 256
Prezzo copertina: € 17.00
Data pubblicazione: 13 marzo 2018

Trama:
Certi segreti sono troppo grandi per restare nascosti per sempre. Certi segreti chiedono solo di venire alla luce. È il giorno del quinto compleanno di Puck quando una berlina nera passa a raccogliere lei e la mamma dal marciapiede di un degradato quartiere di Rotterdam.

mercoledì 28 febbraio 2018

Recensione "L'uomo di gesso" di C.J. Tudor

Quest'anno è per me l'anno dei thriller o almeno è iniziato così. È solo il secondo thriller letto nel 2018 ma come per il primo (Il bambino silenzioso) è stata una gran bella sorpresa.
Il thriller in questione è "L'uomo di gesso" di C. J. Tudor edito Rizzoli (che ci ha anche deliziati con una cover di grande impatto e soprattutto con una sovracoperta effetto lavagna che mi è particolarmente piaciuta). 


Scheda tecnica QUI

L'uomo di gesso è un thriller complicato, enigmatico
. Non tanto per quanto riguarda la trama, che al contrario scorre molto linearmente e chiaramente, quanto invece per l'impatto che ha sul lettore.
Essenzialmente è una storia abbastanza semplice che viene raccontata su due diverse linee temporali: il 1986 e il 2016.
Il protagonista, voce narrante della vicenda, è Ed Munster. Un uomo dall'aspetto trasandato che ha scelto di vivere nella casa in cui ha sempre vissuto, ad Anderbury, città che l'ha visto nascere e crescere. Ed Munster, ora insegnante, sembra essere un uomo dalle radici ben radicate nel passato. 
Un passato tumultuoso e profondamente segnato dal mistero. Un mistero che ha avuto inizio nel 1986 quando Ed era solo un ragazzino e trascorreva i pomeriggi con i suoi fedeli amici. Avevano addirittura un loro codice personale per comunicare: omini di gesso disegnati sui muretti, sull'asfalto, sugli alberi. Ogni componente del gruppetto di amici aveva il suo colore, in questo modo non solo riuscivano a lasciarsi dei messaggi e a darsi degli appuntamenti, ma riuscivano anche a capire a chi di loro apparteneva il messaggio in codice.

giovedì 22 febbraio 2018

Thriller in uscita il 27 febbraio: "La casa del padre" di Karen Dionne

Tra i libri in uscita inevitabilmente ciò che attira la mia curiosità sono sempre prima i thriller ed oggi ne ho scovato uno che secondo me promette davvero bene.
Il thriller in questione sarà pubblicato da Sperling&Kupfer (che ha in serbo anche qualche altro titolo interessante in uscita di cui vi parlerò molto presto) e sarà disponibile dal 27 febbraio 2018.

Una storia intensa e solitaria che mi ha un pò ricordato Room: anche in questo caso abbiamo un rapitore, una donna/mamma e una bambina abituata a vivere sempre nello stesso posto. Una bambina, la protagonista, che non ha mai parlato con nessun altro a parte il padre e la madre, che non va a scuola, non gioca con gli altri bambini. Ma quando non hai mai avuto modo di conoscere altro, quella è la normalità. A raccontarla in "La casa del padre" è proprio Helena, ormai trentenne, sposata e con due figlie. 
Alternando il presente al passato, con la voce di una donna figlia di un abuso, scopriremo anche noi la storia di un padre che ha rapito una donna quando aveva solo sedici anni e ha continuato a tenerla prigioniera insieme alla figlia per anni.

La casa del padre di Karen Dionne
Titolo: La casa del padre
Autore: Karen Dionne
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 324
Prezzo copertina: € 17.90
Data pubblicazione: 27 febbraio 2018

mercoledì 14 febbraio 2018

Recensione "Olga di carta - Jum fatto di buio" di Elisabetta Gnone

Dopo due anni esatti (anche nello stesso mese) mi sono imbattuta nuovamente nella bravissima autrice Elisabetta Gnone.
Ho scoperto questa scrittrice proprio grazie al primo volume della serie "Olga di carta" (ed. Salani) e me ne sono innamorata subito. Scoprire che era stato pubblicato il secondo capitolo della storia mi ha entusiasmata e ritrovare Olga (la piccola protagonista) è stata una gioia immensa.

Il primo capitolo della serie è "Il viaggio straordinario", 
il secondo capitolo disponibile in libreria da poche settimane è "Jum fatto di buio"


Scheda tecnica QUI


Ma chi è Jum? Come può qualcuno essere fatto di buio?
Nelle storie di Olga può eccome perché la sua fantasia viaggia alla velocità della luce e ogni difficoltà incontrata nella vita viene esorcizzata con una storia.
Chi ha letto il primo capitolo della serie sa già che Olga Papel, la protagonista, è una bimbetta esile e taciturna. Taciturna finché non si lascia trascinare dall'immaginazione perché in quei momenti racconta invece delle storie lunghe, fantastiche, minuziose, cariche di significato. L'intero villaggio vive aspettando una sua nuova storia perché le storie di Olga consolano, fanno sognare, portano il sorriso anche nelle giornate più buie. 
Già, ma quando la storia parla proprio di buio diventa tutto più complicato. Jum è un personaggio complicato ma è il nuovo protagonista della storia di Olga e la cittadinanza, per quanto impaurita, ha voglia di scoprire di più.

"Jum è invisibile
Jum è inudibile. E tuttavia è percepibile. Nel proprio silenzio, intimo e assoluto, l'animo umano può sentirlo muoversi, esistere e respirare. Lo troverebbe addirittura rumoroso, se solo sapesse distinguere il sibilo del vento dal suo respiro. (...)
Jum è solitario
Jum è triste (...)

giovedì 8 febbraio 2018

7 libri in uscita a febbraio e marzo che vorrei leggere

Ciao ragazzi,
in questa settimana ho avuto modo di dare uno sguardo con calma ai libri in uscita a febbraio e marzo ed ho scovato qualche titolo che mi stuzzica.
Sono 7 libri per l'esattezza, alcuni vorrei leggerli da tempo, altri sono così strani da incuriosirmi, di altri mi ha attratta il trailer del film... insomma ogni titolo mi ha incuriosita per un motivo diverso ma vorrei comunque leggerli tutti (non ce la farò mai)!

Guardiamo insieme i libri in uscita e ditemi se non incuriosiscono anche voi


In uscita il 1° marzo

Guillermo del Toro e Daniel Kraus hanno unito i loro talenti di narratori visionari e celebrati in tutto il mondo dando vita a una storia d’amore tormentata e struggente.
Baltimora, 1962. Al Centro di Ricerca Aerospaziale di Occam è stata appena consegnata la «risorsa» più delicata e preziosa che abbia mai ricevuto: un uomo anfibio, catturato in Amazzonia. Il suo arrivo segna anche l’inizio di un commovente rapporto tra la singolare creatura ed Elisa, una donna muta che lavora al centro come addetta alle pulizie e usa il linguaggio dei segni per comunicare.
Immaginazione, paura e romanticismo si mescolano in una storia d’amore avvincente, arricchita dalle illustrazioni di James Jean e destinata a conquistare lettori e spettatori. La forma dell’acqua – The Shape of Water è una storia diversa da qualsiasi cosa abbiamo letto o visto finora. Una storia unica, creata e interpretata da due artisti capaci di farci sognare in ugual misura con un libro e con un film, con le parole e con le immagini.

In uscita il 22 febbraio

Quando la vita mette due donne davanti allo stesso istante
E vince. Vince su me stessa, sui rapporti con gli altri, sui desideri di sempre, sulle voglie improvvise. Vince sui ricordi, sulle speranze, sulle soddisfazioni e sulle sconfitte. Vince sulla stanchezza, sullo sfinimento, vince sulla rabbia e sulla paura. Vince su tutto. Questa è stata una scoperta inattesa, abbagliante. Ho dovuto fare i conti con quello che ero appena diventata. Una madre.
La vita, a volte, mette davanti allo stesso istante. È così per Alma e Maria che scoprono di essere in attesa di un figlio a pochi mesi di distanza l’una dall’altra. Sono in momenti diversi della loro esistenza, eppure d’un tratto così simili. Ed è sempre stato così per loro due: amiche dai banchi del liceo non c’è pianto che non sia stato consolato o risata che non abbia avuto la sua eco. Nonostante la distanza e nonostante le cur­ve del destino.
Ma ora è arrivata la notizia che cambia tutto. Quella notizia che riempie di paura e di emozione.

lunedì 5 febbraio 2018

Book Haul 1/2018: i miei nuovi libri di gennaio

Buon pomeriggio ragazzi,
anni fa mi dedicavo spesso alla rubrica "New entry in my library", ricordate? E mi piaceva anche, perché condividere con voi i nuovi titoli mi è sempre piaciuto. Solo che farlo molto di frequente ora mi risulta difficile, cercherò di farlo però mensilmente. Un unico appuntamento per farvi fare un giro tra i nuovi libri (sia cartacei che digitali) che prendono posto nella mia libreria.

Partiamo subito con i nuovi libri di gennaio (chi mi segue su instagram avrà già avuto modo di vederli). Ecco il mio bottino:


LIBRI CARTACEI DI GENNAIO



Tutti sapevano che Olga amava raccontare bene le sue storie oppure non le raccontava affatto, e quando la giovane Papel attaccava un nuovo racconto la gente si metteva ad ascoltare...
È inverno a Balicò, il villaggio è ammantato di neve e si avvicina il Natale. Gli abitanti affrontano il gelo che attanaglia la valle e Olga li riscalda con le sue storie. Ne ha in serbo una nuova, che nasce dal vuoto lasciato dal bosco che è stato abbattuto.
Quel vuoto le fa tornare in mente qualcuno che anche Valdo, il cane fidato, ricorda, perché quando conosci Jum fatto di Buio non lo dimentichi più.
È un essere informe, lento e molliccio, senza mani né piedi. La sua voce è l’eco di un pozzo che porta con sé parole crudeli e tutto il suo essere è fatto del buio e del vuoto che abbiamo dentro quando perdiamo qualcuno o qualcosa che ci è caro. Jum porta con sé molte storie, che fanno arricciare il naso e increspare la fronte, e tutte sono un dono che Olga porge a chi ne ha bisogno. Perché le storie consolano, alleviano, salvano e soprattutto, queste, fanno ridere.

martedì 30 gennaio 2018

Recensione: Il bambino silenzioso di Sarah A. Denzil

Sono finalmente tornata ad immergermi nei cupi toni dei miei amati libri thriller. Non ne leggevo uno da un bel pò e devo ammettere che questo stile mi mancava eccome. Non c'è niente da fare, per quanto io mi sforzi di farmi piacere gli altri generi letterari, il thriller si aggiudica sempre il primo posto sul podio.

La lettura che per una settimana mi ha completamente coinvolta è "Il bambino silenzioso", in libreria da ieri, 29 gennaio.
Ho avuto modo di leggerlo in digitale ma questo non mi ha affatto impedito di godermelo appieno.

Scheda tecnica QUI

Emma Price e Aiden sono i protagonisti di questa storia, sono le persone che mi hanno tenuto compagnia per circa 7 giorni. Tutto ciò che l'autrice Sarah A. Denzil ha raccontato di loro, io l'ho assorbito, studiato, ripensato. Volevo a tutti i costi esaminare i dettagli, provare a pensare come l'autrice e risolvere il caso. 
Perché in fondo il bello dei thriller è proprio questo: provare a capire chi è il colpevole, scoprire cos'è successo alla vittima. 

In questo caso poi è tutto amplificato perché la vittima ha un alone di mistero che lo circonda: Aiden, scomparso a soli 5 anni, dichiarato morto dopo anni di ricerche ma che al decimo anno ricompare. Apparentemente dal nulla, lo trovano a vagare al limite della foresta che circonda il piccolo villaggio in cui vivono poco più di 400 persone. Una grande famiglia si potrebbe dire, perché quando un villaggio è così piccolo inevitabilmente si conoscono tutti eppure tra di loro qualcuno ha rapito il piccolo Aiden e l'ha tenuto rinchiuso per 10 anni.
Un caso facile da risolvere si potrebbe pensare perché la vittima non è morta, è viva e vegeta e potrebbe dire chi è stato. Il problema è che Aiden è tornato si, ma traumatizzato: non parla, non si fa toccare, ha lo sguardo perso nel vuoto. Nessuno può sapere cos'ha dovuto vivere, nessuno sa se è ancora in grado di parlare o se ha subito un trauma così forte che ha compromesso le sue capacità cognitive e celebrali. 

giovedì 25 gennaio 2018

Recensione Noi siamo tutto di Nicola Yoon - Dal libro al Film

Everything everything di Nicola Yoon, è arrivato in Italia a maggio 2017 con il titolo "Noi siamo tutto". Letteralmente però significa "tutto, qualunque cosa" e sinceramente mi sarebbe piaciuto di più. Sarebbe stato più adatto a questa storia così delicata eppure così travolgente.

Scheda tecnica QUI


Ho letto il libro durante la scorsa estate ma qualche sera fa ho deciso di vedere il film e così mi è tornata la voglia di parlarvene.

Madeline è la protagonista, la ragazza che vive in una "bolla", come se fosse in una palla di neve custodita sul comodino della madre.
Sfortunatamente Madeline ha una rarissima malattia: è praticamente allergica al mondo perché le sue difese immunitarie non funzionano come dovrebbero e qualsiasi virus per lei potrebbe esser letale.
La sua famiglia è composta unicamente dalla madre, medico, che ha costruito per lei una casa ad hoc: purificatori d'aria, ingresso con camera di decontaminazione, grandi vetrate per poter guardare il mondo che Madeline non potrà mai veramente vivere. 

Tutto il mondo della diciassette è racchiuso in quella casa asettica e sterile, a tener vive le sue emozioni, i libri. Madeline è infatti come noi, una lettrice sfegatata: divora libri, li esamina, li rilegge, li recensisce. Sono tutto ciò che ha per capire cosa si prova a vivere realmente.

mercoledì 17 gennaio 2018

Doppia recensione: primo e secondo capitolo della serie "L'esercito dei 14 bambini"

Riprendere in mano un'attività lasciata per troppo tempo a prendere polvere non è mai una cosa semplice. Non so da dove iniziare ad esser sincera ma proverò a farlo come in questo periodo affronto tutto ciò che mi capita nella vita: lo farò di pancia, o di cuore se preferite. Il 2018 per me è l'anno senza filtri, senza schemi, senza liste di cose da fare. È l'anno del "faccio quel che mi va", "leggo quel che mi va" "scrivo in base a come mi sento" e quindi è questo che troverete qui. Meno stereotipi, meno schede tecniche, più passione e più me soprattutto.

Scheda tecnica: qui


Questa recensione nasce da una lettura, per l'appunto, fatta tutta d'un fiato. Il primo capitolo della serie "L'esercito dei 14 bambini" di Emmy Laybourne l'ho letto un bel pò di tempo fa ma non l'ho mai recensito perché in quel periodo avevo smesso di scrivere. 
Ma ad esser sinceri mi è piaciuto, eccome. 

Non è una lettura impegnativa, forse per il fatto che i protagonisti sono tutti piccini (dai 5 ai 17 anni) ma proprio per questo è stata una lettura piacevole.
È un distopico, ambientato in un contesto non proprio originale: una forte grandine è l'inizio della catastrofe, la conseguenza di una fuga di sostanze chimiche e tossiche da una fabbrica di cui però sappiamo poco e niente. 

Tutto ciò che scopriamo è grazie ai 14 protagonisti: dei ragazzini/bambini che all'inizio del caos sono sullo scuolabus, diretti verso la loro scuola. L'eroina è l'autista che porta tutti al riparo nel Centro commerciale più vicino. 
È qui che si svolge la storia: generatore di corrente alimentato a luce solare, tante scorte di cibo, tanti vestiti, medicinali, giocattoli, utensili per il fai da te ecc... Un mucchio di roba che ovviamente fa comodo quando devi sopravvivere ad una catastrofe. 

venerdì 12 gennaio 2018

Il ritorno? Forse, spero di si!

Ciao ragazzi,
non vi leggo da tantissimo tempo e non avete idea di quanto questo mi renda triste.
Non so più cosa succede nella Blogosfera, chi c'è ancora, chi è silenzioso come lo sono stata io, chi c'è di nuovo. Mi sono persa quasi un anno di voi, di questo fantastico mondo.
Ma ne avevo bisogno, avevo bisogno di staccare la spina da tutto perché era un periodo di grandi cambiamenti nella mia vita.
Ora ho: un marito, una casa, tanti progetti lavorativi da seguire, nuovi clienti che assillano, pile di libri che s'impolverano, idee e nuovi propositi che si accavallano nella mente... il caos insomma :)
L'unica cosa certa è che è da una settimana che aro il blog e penso con nostalgia che tutto quello che rappresentava mi manca, eccome se mi manca.
Diciamo che, nel caos, l'unica cosa che è certa è che voglio riprendere in mano questo posto. Non so come, non so se ci saranno cambiamenti o se rimarrà tutto uguale, non so se riuscirò ad essere quella di prima o se vi farò conoscere la nuova me (impossibile non sentirsi un pò diversi dopo un anno di cambiamenti), non so di cosa vi parlerò e con che frequenza ma... ci voglio provare.

Se qualcuno di voi passa ancora per sbaglio da queste parti, aggiornatemi, ditemi di voi: cos'avete fatto in quest'anno, cosa state leggendo, quale serie tv state seguendo in questo momento, di che colore avete i capelli... insomma quello che vi va!

Ho bisogno di risentirmi a casa! :)