mercoledì 20 giugno 2018

Recensione "L'invitato" di Massimiliano Alberti

Buon pomeriggio ragazzi, come procedono le vostre letture?
La mia ultima lettura, di cui vi parlerò oggi, è l'esordio di un autore italiano che ha deciso di mescolare l'arte alla narrativa. L'autore è Massimiliano Alberti e il suo romanzo d'esordio è "L'invitato"


SCHEDA TECNICA QUI

Trama:
Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolenta Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo - vero protagonista del libro - e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell'autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile... del tutto Pop.



“Nell’atmosfera asburgica Leo mulina supponenza e insolenza come se fossero una spada. E pazienza se colpirà alla cieca: saccenti critici, arrampicatori sociali, giovani e belle donne abbacinate dal lusso, ma anche gli amici di sempre, fedeli maggiordomi, innocenti studentesse. Tutti fatti a fettine. A scatenare il giovane è un disagio interiore, l’inadeguatezza etnica del disprezzato italiener al cospetto dell’aristocrazia dell’aquila bicipite: illuminata ma irraggiungibile”. (Francesco De Filippo)

“Massimiliano Alberti non ha a disposizione il rosso, il giallo, il verde o il blu… ma solo il bianco della carta e il nero della sua penna. E i suoi dialoghi vivaci, ironici e a volte velati da una certa melanconia, diventano figure colorate che esplodono nel nostro immaginario. Forse, un altro sipario si apre al Neo-Pop”. (Alberto Panizzoli)

“Quello di Alberti è un romanzo quasi teatrale, un caleidoscopio di maschere esistenziali quotidiane sempre pronte a cadere ma che si rivelano, però, terribilmente reali. L’autore sa bene, e lo dimostra, come nascondere la verità e svelare la finzione” (The Leading Guy)

lunedì 18 giugno 2018

In arrivo il nuovo libro di Laini Taylor: "Il Sognatore"

Una delle serie fantasy contemporanee che ho amato di più in assoluto è quella nata dalla penna di Laini Taylor composta da: La chimera di Praga, La città di sabbia, Sogni di mostri e divinità.
Ho amato ogni aspetto dello stile e dei personaggi dell'autrice quindi potete immaginare la mia euforia alla scoperta che, tra pochissimo, potrò di nuovo immergermi nelle suggestive atmosfere fantasy/mitologiche di quest'autrice che adoro.
Dai primi di luglio sarà infatti disponibile il nuovo libro di Laini Taylor e già solo alla vista della cover ne sono rimasta ammaliata (spero sia la cover definitiva). 
Non vedo l'ora di immergermi in questo nuovo mondo, questa volta ha sfumature cobalto, e lasciarmi trascinare dal linguaggio evocativo dell'autrice.

«Scritto meravigliosamente, con una lingua che è al tempo stesso oscura, rigogliosa e seducente. I lettori saranno impazienti di leggere il secondo». 
«Publishers Weekly – Starred Review»

«I personaggi sono tratteggiati attentamente, in maniera squisita; la scrittura fa male da quanto è bella, il mondo raccontato è totalmente realistico… Un libro che va assaporato».
«Booklist – Starred Review»




Il sognatore di Laini Taylor


Titolo: Il sognatore
Autore: Laini Taylor
Editore: Fazi
Pagine -
Prezzo copertina  € 14,50
Data pubblicazione: 5 luglio 2018

martedì 12 giugno 2018

Recensione "L'arte di rialzarsi" di Salvatore Falzone

Buongiorno ragazzi,
approfitto di un paio d'ore libere per fare due chiacchiere con voi, per parlarvi della mia ultima lettura (tra l'altro scelta su instagram da chi mi segue). Il libro in questione è "L'arte di rialzarsi", romanzo d'esordio del giovanissimo Salvatore Falzone.

SCHEDA TECNICA QUI

Trama:
Diciannove anni, un tentato suicidio e quattro ricoveri psichiatrici alle spalle, Salvatore decide di ritirarsi definitivamente dal liceo, che ha tentato di riprendere più volte senza successo. Prima era uno studente modello, con voti eccellenti in tutte le materie, ora non fa che dubitare di tutto, paralizzato tra il desiderio di morire – ma la morte lo terrorizza – e il desiderio di vivere per diventare famoso ora e subito – la fama postuma non gli interessa.

Come dice sempre il suo psichiatra, Salvatore scappa dai problemi come uno struzzo che nasconde la testa sotto la sabbia. E allora Salvatore scappa ancora una volta, passa le vacanze di Natale a Roma da sua nonna e i suoi zii, sperando in realtà di potersi costruire una nuova vita lì. Quando ci era stato l’anno precedente, si era sentito così bene che non voleva più tornare a casa, dove il rapporto conflittuale con la madre lo schiaccia. Una volta a Roma, però, nota che i suoi parenti sono cambiati e lui, che è rimasto lo stesso, si sente un peso. 

E Salvatore cade, ma questa caduta è più dura di tutte le altre. Tornato ad Alessandria prima del previsto, la depressione che ricomincia a piegare i rami degli alberi, capisce di avere solo due opzioni: rialzarsi o morire.

giovedì 7 giugno 2018

Anteprima: "Gli immortalisiti" di Chloe Benjamin


Cosa faremmo se qualcuno ci comunicasse la data della nostra morte? Come ci comporteremmo conoscendo il momento esatto in cui tutto finirà?
A chiederselo saranno i 4 protagonisti del romanzo di Chloe Benjamin, romanzo che tra pochissimi giorni farà il suo debutto in 22 paesi e che sia dal New York Times che dalle altre testate giornalistiche è stato considerato uno tra i più bei libri del 2018.
Personalmente sono curiosissima! "Gli immortalisti", disponibile in Italia dal 26 giugno per Rizzoli, ha tutte le carte in regola per stuzzicare la mia curiosità: un pizzico di mistero, una riflessione sul destino, l'introspezione dei quattro ragazzi, legami, emozioni, sentimenti.




Titolo: Gli immortalisti
Autore: Chloe Benjamin
Editore: Rizzoli
Pagine: 448
Prezzo copertina: €20
Data pubblicazione: 26 giugno 2018


Trama:
Nell'estate del 1969 sembrava che a tutti stesse accadendo qualcosa di importante, Woodstock, i movimenti contro la guerra del Vietnam, la musica, la Luna.

martedì 5 giugno 2018

Recensione "Sara al tramonto" di Maurizio De Giovanni

Buon pomeriggio ragazzi,
oggi ho deciso di ritagliare un pò di tempo per parlarvi di una delle mie ultimissime letture. Un thriller noir made in Italy che vi anticipo già, mi ha lasciata piacevolmente sorpresa.
Il libro in questione è "Sara al tramonto" di Maurizio De Giovanni disponibile da aprile 2018 in tutte le librerie.


SCHEDA TECNICA QUI


Trama
:
Sara non vuole esistere. Il suo dono è l’invisibilità, il talento di rubare i segreti delle persone. Capelli grigi, di una bellezza trattenuta solo dall’anonimato in cui si è chiusa, per amore ha lasciato tutto seguendo l’unico uomo capace di farla sentire viva. Ma non si è mai pentita di nulla e rivendica ogni scelta. Poliziotta in pensione, ha lavorato in un’unità legata ai Servizi, impegnata in intercettazioni non autorizzate. Il tempo le è scivolato tra le dita mentre ascoltava le storie degli altri. E adesso che Viola, la compagna del figlio morto, la sta per rendere nonna, il destino le presenta un nuovo caso. Anche se è fuori dal giro, una vecchia collega che ben conosce la sua abilità nel leggere le labbra – fin quasi i pensieri – della gente, la spinge a indagare su un omicidio già risolto. Così Sara, che non si fida mai delle verità più ovvie, torna in azione, in compagnia di Davide Pardo, uno sbirro stropicciato che si ritrova accanto per caso, e con il contributo inatteso di Viola e del suo occhio da fotografa a cui non sfugge nulla. Maurizio de Giovanni ha dato vita a un personaggio che rimarrà tra i più memorabili del noir italiano. Sara, la donna invisibile che, dal suo archivio nascosto in una Napoli periferica e lunare, ci trascina nel luogo in cui tutti vorremmo essere: in fondo al nostro cuore, anche quando è nero.

Recensione
"Sara al tramonto" credo sia uno di quei libri che mi porterò nel cuore per un pò di tempo. Etichettato come "thriller, noir, giallo" e quindi del genere che prediligo, è stato una delle letture che ho iniziato con più diffidenza. Avevo paura che si rivelasse prevedibile, lento, noioso come gran parte dei thriller che purtroppo mi sono ritrovata tra le mani negli anni. Sfiduciata ho iniziato a leggere e a prendere confidenza con la protagonista con il mio stesso nome, Sara.

lunedì 4 giugno 2018

Book Haul 5/2018: il mio bottino libroso di maggio

Buon pomeriggio ragazzi,
tutto rallenta quando il caldo decide di fare il suo ingresso così presto e così all'improvviso. O almeno questo è quello che succede a me. Il corpo si rifiuta di fare qualsiasi attività e questo ha i suoi pro e i suoi contro. Le faccende in casa si accumulano, l'attività fisica si riduce quasi a zero ma, in compenso, si legge molto di più. Cosa c'è di meglio di starsene in veranda o al mare (per chi può mollare tutto e andare in spiaggia) con una bibita fresca ed un buon libro?
Io questo inizio di estate me lo godo così, completamente immersa nella pila di libri che aspettano solo me.

Questo mese, un bel pò di nuovi titolo si sono aggiunti alla pila. Guardiamoli insieme e ditemi quale vi incuriosisce di più!





LE MIE PROSSIME LETTURE


Audra Kinney sta attraversando gli Stati Uniti a bordo della sua auto per fuggire da un marito violento e da un passato di dipendenza da droghe e alcol. Con lei i figli Sean e Louise, di dieci e sei anni. Lungo una strada desolata dell’Arizona, un banale controllo da parte dello sceriffo locale, Ronald Whiteside, prende ben presto una brutta piega: tra i bagagli viene trovato un sacchetto di marijuana. La donna viene arrestata, mentre Sean e Louise sono affidati alla vice di Whiteside. Una volta in cella, Audra scopre che la sua difficile situazione è destinata a trasformarsi nel peggior incubo di un genitore: quando chiede dei suoi figli, lo sceriffo nega di averli visti sull’auto. Ben presto giungono sul posto sia l’FBI sia i media, convinti che lei li abbia uccisi. Nessuno crede alla sua innocenza, tranne Danny Lee, un sinoamericano di San Francisco che apprende della vicenda dalla televisione. L’uomo si imbarca su un volo per l’Arizona per aiutare Audra e, soprattutto, per fare chiarezza sulla scomparsa di sua figlia, avvenuta cinque anni prima in circostanze analoghe. Nonostante il suo passato violento, Danny Lee rappresenta per Audra l’unica speranza di scoprire la verità e ritrovare Sean e Louise prima che sia troppo tardi.

mercoledì 30 maggio 2018

Novità: da oggi Amazon lancia "Prime Reading", tantissimi libri da leggere gratis!

Buon pomeriggio gente,
ho appena scovato una notizia che devo necessariamente condividere con voi. Amazon oggi ha lanciato per il mercato italiano "Amazon Prime Reading" ed ovviamente, da lettrice non posso che esserne contenta.



Cos'è Amazon Prime Reading?
Dopo aver garantito spedizioni veloci, film e serie tv in streaming, storage per le foto illimitato, ora con l'abbonamento Prime si ha anche diritto ad un mucchio di ebook gratuiti.

Tra i titoli gratuiti sono disponibili romanzi di Camilleri, Amabile Giusti, J.K. Rowling, Roberto Saviano, Banana Yoshimoto, Daniel Pennac e tantissimi altri.


Se per caso non avete a disposizione un eReader Kindle (come me in questo momento) potete tranquillamente optare per qualsiasi dispositivo Android o IOS, vi basterà scaricare l'apposita applicazione gratuita.


Voi avete già Amazon Prime?
Se non siete ancora iscritti, questo è il prezzo: è aumentato negli scorsi mesi passando da € 19,99 a € 36 annui (oppure € 4,99 mensili). Per la prima volta che utilizzate il servizio Prime, ricordate che avrete diritto a 30 giorni di prova gratuita (da cui potrete recedere facilmente e senza obblighi).


A me l'idea alletta eccome, voi che ne dite? Lo proverete?