mercoledì 17 gennaio 2018

Doppia recensione: primo e secondo capitolo della serie "L'esercito dei 14 bambini"

Riprendere in mano un'attività lasciata per troppo tempo a prendere polvere non è mai una cosa semplice. Non so da dove iniziare ad esser sincera ma proverò a farlo come in questo periodo affronto tutto ciò che mi capita nella vita: lo farò di pancia, o di cuore se preferite. Il 2018 per me è l'anno senza filtri, senza schemi, senza liste di cose da fare. È l'anno del "faccio quel che mi va", "leggo quel che mi va" "scrivo in base a come mi sento" e quindi è questo che troverete qui. Meno stereotipi, meno schede tecniche, più passione e più me soprattutto.

Scheda tecnica: qui


Questa recensione nasce da una lettura, per l'appunto, fatta tutta d'un fiato. Il primo capitolo della serie "L'esercito dei 14 bambini" di Emmy Laybourne l'ho letto un bel pò di tempo fa ma non l'ho mai recensito perché in quel periodo avevo smesso di scrivere. 
Ma ad esser sinceri mi è piaciuto, eccome. 

Non è una lettura impegnativa, forse per il fatto che i protagonisti sono tutti piccini (dai 5 ai 17 anni) ma proprio per questo è stata una lettura piacevole.
È un distopico, ambientato in un contesto non proprio originale: una forte grandine è l'inizio della catastrofe, la conseguenza di una fuga di sostanze chimiche e tossiche da una fabbrica di cui però sappiamo poco e niente. 

Tutto ciò che scopriamo è grazie ai 14 protagonisti: dei ragazzini/bambini che all'inizio del caos sono sullo scuolabus, diretti verso la loro scuola. L'eroina è l'autista che porta tutti al riparo nel Centro commerciale più vicino. 
È qui che si svolge la storia: generatore di corrente alimentato a luce solare, tante scorte di cibo, tanti vestiti, medicinali, giocattoli, utensili per il fai da te ecc... Un mucchio di roba che ovviamente fa comodo quando devi sopravvivere ad una catastrofe. 

venerdì 12 gennaio 2018

Il ritorno? Forse, spero di si!

Ciao ragazzi,
non vi leggo da tantissimo tempo e non avete idea di quanto questo mi renda triste.
Non so più cosa succede nella Blogosfera, chi c'è ancora, chi è silenzioso come lo sono stata io, chi c'è di nuovo. Mi sono persa quasi un anno di voi, di questo fantastico mondo.
Ma ne avevo bisogno, avevo bisogno di staccare la spina da tutto perché era un periodo di grandi cambiamenti nella mia vita.
Ora ho: un marito, una casa, tanti progetti lavorativi da seguire, nuovi clienti che assillano, pile di libri che s'impolverano, idee e nuovi propositi che si accavallano nella mente... il caos insomma :)
L'unica cosa certa è che è da una settimana che aro il blog e penso con nostalgia che tutto quello che rappresentava mi manca, eccome se mi manca.
Diciamo che, nel caos, l'unica cosa che è certa è che voglio riprendere in mano questo posto. Non so come, non so se ci saranno cambiamenti o se rimarrà tutto uguale, non so se riuscirò ad essere quella di prima o se vi farò conoscere la nuova me (impossibile non sentirsi un pò diversi dopo un anno di cambiamenti), non so di cosa vi parlerò e con che frequenza ma... ci voglio provare.

Se qualcuno di voi passa ancora per sbaglio da queste parti, aggiornatemi, ditemi di voi: cos'avete fatto in quest'anno, cosa state leggendo, quale serie tv state seguendo in questo momento, di che colore avete i capelli... insomma quello che vi va!

Ho bisogno di risentirmi a casa! :)



venerdì 16 giugno 2017

Chiacchiere e novità!

Buon pomeriggio ragazzi, 
come state? Come procede la vostra vita e le vostre letture?
Io, dopo mesi di silenzio, ricompaio per aggiornarvi :)
La mia vita procede in un vortice di cambiamenti, per fortuna tutti positivi anche se spesso caotici.
Il matrimonio si avvicina e la burocrazia italiana invece ci rallenta con l'acquisto della casa, ma non importa, cerchiamo di rimanere più tranquilli ed ottimisti possibile.
Le mie letture procedono (anche se come sempre mi lascio trascinare dalle Serie Tv) ma la novità più importante è un'altra. 

Da poco scrivo per un nuovo portale dedicato ai libri, e non vedevo l'ora di condividere la notizia con voi. È un sito in cui credo molto, si chiama Settelibri.it


È un progetto nato nell'agenzia web del mio ragazzo, frutto di diverse menti e mesi di riflessione.

Se vi va passate a dare uno sguardo e fatemi sapere cosa ne pensate! 

Questo però non è un addio, sia chiaro! Questo spazio non voglio chiuderlo assolutamente perché ci sono troppo affezionata. Lo terrò magari per parlarvi delle altre mie passioni (Cinema e Serie Tv) e se vi fa piacere posso segnalarvi qui appena online le recensioni delle mie letture.

Avevo però voglia di condividere questa notizia con voi che mi avete accompagnata per 6 lunghi anni. Un grazie ad ognuno di voi, perché ognuno di voi ha reso speciale questo spazio virtuale con un commento, partecipando alle iniziative o anche solo leggendo le mie stupidaggini.

Mi piacerebbe rivedervi anche sull'altro portale, siete tutti i benvenuti! 

Un mega abbraccio e buone letture ragazzi!


giovedì 23 marzo 2017

Recensione film: Indivisibili - Le pagine della nostra vita - The other side of the door

Buona sera ragazzi,
questo periodo sembra ogni giorno più frenetico :) per fortuna per motivi belli. Questa settimana è nato il mio primo nipotino e nonostante le notti in bianco in ospedale, è stata un'emozione indescrivibile. 
Nonostante tutto il trambusto che ho intorno sto comunque riuscendo a ritagliarmi del tempo per me. 
Nell'ultimo mese mi sono infatti recuperata un pò di pellicole arretrate ed ho anche iniziato finalmente "This is us", tutti ne parlavano.. mi sentivo un pesce fuor d'acqua a non saperne nulla :)
Delle serie tv in corso però vi parlerò in un altro momento, oggi puntiamo i riflettori sui film (anche su qualche titolo che ho già visto da un pò ma non avevo ancora avuto modo di parlarvene)! 


Questa scelta non è assolutamente da me: pellicola italiana e classificato nel genere "drammatico". In un altro periodo l'avrei scartato a priori ma diciamo che pian piano sto cercando di abbattere un pò di barriere stilistiche. Mi ci sono buttata e non me ne sono affatto pentita. 
La pellicola di Edoardo De Angelis è ambientata a Napoli e le protagoniste sono due gemelle siamesi. 
Le due diciassettenni sono ormai abituate ad essere una sola persona e hanno accettato il fatto che la loro anomalia possa essere un trampolino di lancio verso il successo come cantanti neo-melodiche. Il padre si è infatti sempre arricchito grazie alle due ragazze, come fossero un fenomeno da baraccone da portare in giro per feste, serenate, comunioni, ecc... Tutto ciò che conta per lui sono i soldi, finiti tutti in slot machine, la felicità delle figlie non conta. 
La pellicola scorre via con delicatezza nonostante la profonda tristezza nel cogliere lo stato d'animo delle due e la rabbia nei confronti del padre aumenta con lo scorrere delle scene, sarebbe pronto a distruggerle per arricchirsi. L'intensità della storia cresce man mano per concludere poi con il botto alla fine. 
Davvero un film da vedere! Nient'altro da aggiungere! ;)

giovedì 16 marzo 2017

Libri in uscita ad aprile per Garzanti

Buongiorno ragazzi,
oggi mi sono avventurata per caso nelle nuove uscite firmate Garzanti e ci sono un bel pò di romanzi interessanti. Saranno disponibili in libreria da aprile quindi appuntatevi i titoli ;)


Data pubblicazione: 18 aprile 2017

L’estate è la stagione della libertà, dei sorrisi e del profumo di salsedine. Ma per Giulia e Lorenzo quest’anno tutto è diverso. Sono costretti a trascorrere due lunghi mesi in Basilicata, la terra d’origine della madre. Una terra lontanissima da loro, cresciuti al Nord. Una terra di cui non hanno ricordi, perché da quando erano piccolissimi non ci sono più tornati. Una terra dove c’è una famiglia di cui non sanno nulla. I due ragazzi preferirebbero essere da qualsiasi altra parte invece che con quei nonni così all’antica, quelle zie troppo amorevoli, quei cugini che pur essendo coetanei sembrano distanti anni luce da loro. Eppure giorno dopo giorno scoprono la magia di un posto dove sembra che il tempo si sia fermato. Dove lo stare a tavola insieme vuol dire prendersi cura l’uno dell’altro. Dove l’amicizia è un valore importante. Ma anche lì, in quei luoghi che profumano di liquirizia selvatica, ci sono dolori che non si ha il coraggio di portare in superficie. Ci sono segreti che raccontano di un amore che ha diviso una famiglia. Che ha diviso tre sorelle per troppo tempo.
Ora Lorenzo e Giulia sono pronti a rompere quell’equilibrio di bugie e segreti, sono pronti a farle riavvicinare. Perché non esiste mai una sola verità. Perché dopo mille estati malinconiche arriva sempre un’estate in cui si diventa adulti per davvero. Un’estate in cui si riavvolge il filo di ciò che si credeva perduto per sempre in silenzi e malintesi. Un’estate in cui ci si innamora, in cui i ricordi non fanno più male. L’estate più bella della propria vita.

Data pubblicazione: 18 aprile 2017



Il suo nome esprime allegria, invece agli occhi degli altri Gioia non potrebbe essere più diversa. A diciassette anni, a scuola si sente come un’estranea per i suoi compagni. Perché lei non è come loro. Non le interessano le mode, l’appartenere a un gruppo, le feste. Ma ha una passione speciale che la rende felice: collezionare parole intraducibili di tutte le lingue del mondo, come cwtch, che in gallese indica non un semplice abbraccio, ma un abbraccio affettuoso che diventa un luogo sicuro. Gioia non ne hai mai parlato con nessuno. Nessuno potrebbe capire. Fino a quando una notte, in fuga dall’ennesima lite dei genitori, incontra un ragazzo che dice di chiamarsi Lo. Nascosto dal cappuccio della felpa, gioca da solo a freccette in un bar chiuso. A mano a mano che i due chiacchierano, Gioia, per la prima volta, sente che qualcuno è in grado di comprendere il suo mondo. Per la prima volta non è sola. E quando i loro incontri diventano più attesi e intensi, l’amore scoppia senza preavviso. Senza che Gioia abbia il tempo di dare un nome a quella strana sensazione che prova.
Ma la felicità a volte può durare un solo attimo. Lo scompare, e Gioia non sa dove cercarlo. Perché Lo nasconde un segreto. Un segreto che solamente lei può scoprire. Solamente Gioia può capire gli indizi che lui ha lasciato. E per seguirli deve imparare che il verbo amare è una parola che racchiude mille e mille significati diversi.

lunedì 13 marzo 2017

Recensione: "La ragazza corvo" di Erik Axl Sund

Buon pomeriggio ragazzi, 
di tanto in tanto riesco a riemergere dalla frenesia di queste giornate per scambiare quattro chiacchiere con voi. Come procedono le vostre letture?
Io sono, finalmente, riuscita a finire "La ragazza corvo" che mi ha praticamente portato via tutto febbraio data la mole di pagine e il poco tempo a disposizione.
Ne approfitto per parlarvene visto che oggi sono riuscita a ritagliarmi un pò di tempo ;)

Titolo: La ragazza corvo
Autore: Erik Axl Sund 
(pseudonimo di  Jerker Eriksson e Håkan Axlander Sundquist)
Editore: Corbaccio
Pagine: 766
Prezzo copertina: € 16,00

Trama:
Stoccolma: in un parco cittadino la polizia scopre il cadavere di un giovane straniero. Il commissario di polizia Jeanette Kihlberg conduce le indagini, dando la caccia a un misterioso quanto efferato omicida e lottando contro le resistenze interne alla polizia stessa, restia a impiegare le proprie forze per cercare l’assassino di un immigrato sconosciuto. Ma con la scoperta di altri due corpi barbaramente uccisi, Jeanette Kihlberg capisce di trovarsi di fronte a un serial killer e si rivolge alla psichiatra e profiler Sofia Zetterlund, con cui lavora giorno e notte incrociando con lei non solo la vita professionale ma anche quella personale. E a mano a mano che Jeanette e Sofia progrediscono nelle indagini, appare chiaro che la catena di omicidi è solo la manifestazione più evidente e raccapricciante di un disegno criminoso e diabolico che coinvolge settori insospettabili della società svedese.

giovedì 23 febbraio 2017

Anticipazione: "L'universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven

Buon pomeriggio ragazzi, come procedono le vostre letture?
Io continuo ad esser immersa nel complicato e contorto mondo thriller  di "La ragazza corvo". Il libro scorre molto molto rapidamente ma la mole di pagine che lo compongono mi sta portando via più tempo del previsto.
Ciò nonostante non riesco a rimanere indifferente quando incappo in nuove uscite come quella di oggi. Ho appena scoperto che sta per tornare in libreria Jennifer Niven, l'autrice di "Raccontami di un giorno perfetto". 
Dal 21 marzo 2017 in libreria un'altra storia intensa, struggente e romantica: "L'universo nei tuoi occhi".

Titolo: L'universo nei tuoi occhi
Autore: Jennifer Niven
Editore: DeAgostini
Prezzo copertina: € 14,90
Data pubblicazione: 21 marzo 2017

Trama:

Affascinante. Divertente. Distaccato. Ecco le tre parole d’ordine di Jack Masselin, diciassette anni e un segreto ben custodito: Jack non riesce a riconoscere il volto delle persone. Nemmeno quello dei suoi genitori, o quello dei suoi fratelli. Per questo si è dovuto impegnare molto per diventare Mister Popolarità. Si è esercitato per anni nell’impossibile arte di conoscere tutti senza conoscere davvero nessuno, di farsi amare senza amare a propria volta. E finora è riuscito a cavarsela. Ma le cose prendono una piega inaspettata quando Jack vede per la prima volta Libby. Libby che non è come le altre ragazze. Libby che porta addosso tutto il peso dell’universo: un passato difficile e tanti, troppi chili per poter essere accettata dai suoi compagni di scuola. Un giorno, per non sfigurare davanti agli amici, Jack prende di mira Libby in un gioco crudele, che spedisce entrambi in presidenza. Libby però non è il tipo che si lascia umiliare, e il suo incontro con Jack diventa presto uno scontro. Al mondo non esistono due caratteri più diversi dei loro. Eppure… più Jack e Libby si conoscono, meno si sentono soli. Perché ci sono persone che hanno il potere di cambiare tutto. Anche una vita intera.

***
Io sono curiosissima. Voi conoscete l'autrice? Vi è piaciuto il suo precedente libro?